L’Italia è prima in Europa per morti da polveri sottili, ma non sembra un problema