Meglio Purificare o Sanificare?

Cosa scegliere? Ecco perché è necessario capire la differenza.


Il vocabolario della lingua italiana ci aiuta a distinguere i due termini.

Da un lato “purificare” significa rendere più pura una sostanza, ovvero togliere da essa ciò che contiene d’impuro.

Dall’altro, “sanificare” ha un significato simile, ma al contempo diverso. Tale termine significa infatti “rendere sano un ambiente, risanarlo, trattarlo con sostanze battericide per ridurne il numero di batteri” e adeguarlo alle norme igieniche.

Prima di prendere qualsiasi decisione in merito al da farsi, è sempre meglio riflettere sulle conseguenze delle nostre scelte.

 

Nicola Cartura, IQAir Italia.

 

Nicola Cartura IQAir

IQAir supporta gli ospedali che trattano l’epidemia di coronavirus in corso

IQAir supporta gli ospedali che trattano l’epidemia di coronavirus in corso

Scoperto per la prima volta poco prima del Festival del Capodanno cinese nel gennaio 2020, le infezioni da coronavirus 2019-nCoV minacciano milioni di persone. L’Organizzazione mondiale della sanità, i Centri per il controllo delle malattie e altre agenzie sanitarie hanno emesso avvisi ufficiali. 1,2,3

In risposta allo scoppio, la Commissione nazionale cinese per la salute ha tenuto una conferenza il 22 gennaio 2020 per valutare la crisi di salute pubblica causata da questo nuovo virus. 4

Li Bin, vicedirettore della commissione, ha confermato a mezzanotte di martedì 21 gennaio 2020 che almeno 440 casi di polmonite erano stati causati da questo nuovo coronavirus, colpendo 13 province della Cina e provocando un bilancio delle vittime di nove. Il numero di persone infettate dal coronavirus è salito a decine di migliaia e il bilancio delle vittime si è esteso anche a centinaia.

Dove si è diffuso il nuovo coronavirus al di fuori della Cina?

Lo scoppio iniziale di questo nuovo coronavirus è stato collegato alla città di Wuhan in Cina, che continua ad essere l’epicentro di infezioni e morte.

L’epidemia ha generato paura e panico in Cina e in gran parte del mondo – e IQAir è intervenuta rapidamente per supportare gli ospedali di Wuhan aiutando a proteggere personale e pazienti dal virus.

IQAir fornisce depuratori d’aria agli ospedali chiave di Wuhan

IQAir ha fornito depuratori d’aria HealthPro 250 agli ospedali di Wuhan designati per il trattamento di persone infette dal coronavirus, fornendo i depuratori prima all’unità di radiologia, all’unità respiratoria e ad altri presso l’ospedale Tongji, affiliato al Tongji Medical College dell’Università di Scienze e Tecnologia di Huazhong , nonché al Wuhan Union Hospital.

IQAir sta inoltre collaborando con la sua catena di fornitura globale per contribuire a dare priorità alla fornitura della maschera IQAir  agli ospedali nella regione di Wuhan.

In che modo IQAir ha aiutato durante l’epidemia di virus SARS

Secondo i funzionari della sanità pubblica, l’attuale coronavirus 2019-nCoV proviene dalla stessa famiglia di virus della coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave (SARS-CoV) che ha ucciso 774 persone nel 2003. 5,6,7

I depuratori d’aria IQAir sono stati rigorosamente testati per il controllo dei virus dall’autorità ospedaliera di Hong Kong e hanno fornito più di 150 ospedali per aiutare a proteggere il personale e i pazienti.

L’unità respiratoria dell’ospedale popolare dell’Università di Pechino, a Pechino, in Cina, ha anche acquistato numerosi sistemi IQAir HealthPro 250 durante l’epidemia di SARS nel 2003 – oltre 16 anni dopo, i sistemi sono ancora in funzionamento stabile.

La visione di IQAir è semplice: “Aria pulita per tutti, sempre e ovunque.” IQAir ora spera di continuare a fornire il supporto necessario nella lotta contro il nuovo coronavirus.

“L’attuale epidemia di coronavirus è una tragedia per tutti i colpiti. Speriamo che gli sforzi concertati mostrino presto risultati e alla fine ci aiutino a vincere la lotta contro questo virus mortale”, ha dichiarato Frank Hammes, CEO globale di IQAir. “Salutiamo le migliaia di operatori sanitari che stanno rischiando la vita per aiutare gli altri in questo momento di bisogno”.

(iqair.com)

 

Nicola Cartura IQAir

Il Senato degli Stati Uniti ammette che le Scie Chimiche sono reali e uccidono gli esseri umani

Fino a poco tempo siamo stati considerati “teorici della cospirazione” solo per il fatto, che eravamo convinti che il governo degli Stati Uniti era coinvolto in programmi di irrorazione di sostanze chimiche nocive in atmosfera, in altre parole, solo per il fatto che si credeva alle scie chimiche.  Ma ora un documento ufficiale del governo degli Stati Uniti rivendica ciò che i media alternativi, i teorici della cospirazione, hanno detto per anni.  Secondo il documento, intitolato Modifica Meteo: i programmi, i problemi, la politica, e le potenzialità –  la “Modifica del clima”, anche se è una scienza relativamente giovane, ha nel corso degli anni, stimolato grande interesse all’interno delle comunità scientifiche, commerciali, governative e agricole.

Mentre i progetti di modifica delle condizioni meteorologiche sono operativi da quasi 25 anni, queste hanno dimostrato (secondo la commissione del Senato americano) di avere un notevole potenziale per la prevenzione,  moderando o alleviando gli effetti negativi, dovuti alle condizioni atmosferiche estreme. Ci si preoccupa molto per quanto riguarda la mancanza di una politica di coordinamento federale sulla modificazione del clima, oltre alla mancanza di un programma (coordinato) di ricerca globale, riguardante lo sviluppo sulla modificazione del clima.

 

  

 

 

 

LE SCIE CHIMICHE UCCIDONO!

Le possiamo osservare ogni giorno. Sono bianche, lunghe e persistenti. Invadono i nostri cieli, si disperdono quindi nell’atmosfera, nell’aria che respiriamo. Dopo che sull’edizione inglese del New Scientist era stato ammesso che un’irrorazione dei cieli sarebbe in corso da molti anni, con lo scopo di raffreddare il pianeta – giustificando di fatto la presenza di scie diverse da quelle di condensazione degli aerei civili – anni fa anche un politico svedese aveva espresso la sua preoccupazione al riguardo. Risulta insomma sempre più difficile nascondere l’evidenza, ma ora che il tutto viene dichiarato dal Senato USA, la cosa diventa ancor più grave.

Pernilla Hagberg, esponente del partito ambientalista svedese, si è detta recentemente preoccupata per l’inquinamento e i danni ambientali che i quotidiani aerosol con cui vengono irrorati i cieli di tutto il mondo stanno apportando.

La stessa Hagberg aveva rilasciato qualche anno fa un’intervista al Katrineholms Kuriren, dove ha dichiarato pubblicamente che CIA, NSA (Agenzia di Sicurezza USA) e governo svedese stavano e stanno tuttora collaborando per ricoprire il cielo con emissioni di aerosol, che lei stessa definisce scie chimiche, non scie di condensazione.
Le normali scie di condensazione sono costituite da vapore acqueo e si dissipano rapidamente dopo le emissioni dai motori a reazione e sono molto diverse dalle scie chimiche, che a poco a poco ricoprono il cielo fino a creare velature poco convenzionali. Ma a quanto pare anche le stesse scie di condensa sarebbero inquinate. Infatti nell’intervista si precisa inoltre che queste irrorazioni contengono un mix pericoloso di sostanze chimiche, virus e metalli pesanti come l’alluminio, che influenzano il clima. Hagberg ha anche precisato che c’è una totale mancanza di informazioni relativa al programma e alle ragioni che si nascondono dietro a tutto ciò.

Le possibilità sono molte: dall’avvelenamento volontario della popolazione, al controllo del clima, ad altri scopi ignoti di geo-ingegneria. USA e l’ONU si sono finora timidamente nascosti dietro il paravento delle operazioni per la salvezza del pianeta, messo in pericolo dal riscaldamento globale. Queste operazioni sarebbero effettuate con il pretesto di bloccare il Sole, così da abbassare le temperature e fermare lo scioglimento dei ghiacci polari. Pernilla Hagberg ritiene però che si tratti di uno schema di modificazione delle condizioni atmosferiche, progettato per il controllo dei mercati e dei prezzi e per mettere altri paesi in condizioni di svantaggio e pericolo.

Quello che è certo, è che ciò che viene irradiato nei cieli è una miscela di tossine identificabili.  Ci sono alluminio e bario nelle forniture di acqua e sui terreni di tutto il mondo e questo dovrebbe rappresentare già una prova più che sufficiente. La Hagberg ha riferito che il governo svedese sta lavorando con governi stranieri e società segrete, perciò sarà impossibile utilizzare il meccanismo di governo per risolvere la questione.

Quel che conta ora è continuare a diffondere la consapevolezza e sensibilizzare l’opinione pubblica in relazione al problema. E, in attesa di trovare una strategia per fermare questo dramma, prendere le dovute precauzioni per difendere la nostra salute, messa a dura prova dalle tossine e dai metalli pesanti diffusi nell’ambiente a causa di queste operazioni. Infine il risultato è che le Scie Chimiche (o chemtrails) uccidono gli esseri Umani e danneggiano l’ecosistema del pianeta.

Redazione Segnidalcielo

Nicola Cartura IQAir Health Pro 250

Morte a causa di allergia al pelo del gatto

[vc_row][vc_column][leadinjection_heading heading_text=”Mamma morta a causa dell’allergia al pelo del gatto”][leadinjection_textblock]

Amiamo i nostri animali e ci fa piacere vederli gironzolare per casa ma… siete sicuri di non correre dei rischi con l’#allergia?

In provincia di Torino, il 14 maggio 2018 è morta, molto probabilmente per shock anafilattico, una giovane mamma di cinque figli, Daniela.

Era nella sua casa mentre spazzolava uno dei suoi amatissimi gatti.La toelettatura dei gatti era una coccola per lei e i suoi amati gatti.

Daniela era a casa con il marito quando si è sentita male all’improvviso e l’uomo, si è subito accorto delle gravi condizioni della moglie e le ha praticato un’ininiezione antiallergica, ma non è servito.

Erano entrambi a conoscenza dei suoi problemi di natura allergica.

Evidentemente non immaginavano che potessero essere di tale pericolosità.

#asma e #allergia hanno bisogno di un elevato grado di attenzione verso la qualità dell’aria che respiriamo e solo depuratori d’aria professionali (come i nostri sistemi IQAir®) possono liberare l’aria da allergeni e microrganismi pericolosi per chi non è consapevole del suo grado di allergia.

Amiamo i nostri animali ma dobbiamo sapere che non sempre siamo a conoscenza dei problemi che possono causare al nostro sistema immunitario, state attenti.

Fonte notizia: https://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/morta-asma-gatto-bellaria-1.3908675

[/leadinjection_textblock][/vc_column][/vc_row]

La formaldeide è un pericoloso cancerogeno lo sapevi?

[vc_row][vc_column][leadinjection_heading heading_text=”Pericolo Formaldeide tra i muri di casa?”][leadinjection_textblock]

Nei lavori di rinnovamento della tua casa si nasconde un cancerogeno: la formaldeide.

La formaldeide è l’inquinante atmosferico indoor più comune e più conosciuto. Nel 2009, la IARC (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro) ha classificato la formaldeide cancerogena per l’uomo (gruppo 1). 1

Allora, cos’è esattamente la formaldeide?

  • La formaldeide è un composto organico volatile presente in natura (VOC) che si trova in piante, frutta, verdura e persino animali e umani. 2
  • La formaldeide è naturalmente presente nell’aria interna ed esterna a livelli molto bassi. 3
  • Una forma sintetica di formaldeide è prodotta come una sostanza chimica utilizzata come adesivo in mobili e pavimenti, tra gli altri prodotti. 4

Dopo la produzione, i prodotti contenenti formaldeide continuano ad emettere nell’aria il gas incolore (ma non inodore). Questo processo è noto come “off-gassing”: il rilascio nell’aria di un gas che è stato dissolto, intrappolato, congelato o assorbito in alcuni materiali.

L’off-gassing non è normalmente un problema quando i prodotti vengono usati all’aperto. Ma all’interno, il gas emesso potrebbe accumularsi rapidamente. Questo processo di degassificazione aumenta quando la temperatura supera i 22 gradi e / o i livelli di umidità superano il 50%. Sebbene i livelli di emissioni di formaldeide diminuiscano nel tempo, il rilascio di gas significativi può continuare per mesi e persino anni.

Preoccupazioni a breve e a lungo termine

I potenziali pericoli dell’esposizione alla formaldeide comprendono sia gli effetti a breve che a lungo termine:

Breve termine

Quando la formaldeide è presente nell’aria a livelli superiori a 0,1 parti per milione (PPM), alcune persone manifestano sintomi respiratori, inclusa una sensazione di bruciore agli occhi, al naso e alla gola. Altri sintomi includono tosse, respiro sibilante, nausea e irritazione della pelle

Lungo termine

Nel 1987, l’Environmental Protection Agency (EPA) degli Stati Uniti elencò la formaldeide come “probabile cancerogeno per l’uomo”. 5 Nel 2011, il National Toxicology Program, una divisione degli Stati Uniti. Dipartimento della salute e dei servizi umani, ha dichiarato che la formaldeide è nota per essere un cancerogeno per l’uomo. 6 Questa è la più alta designazione possibile per una sostanza chimica cancerogena, poiché la formaldeide a lungo termine è stata direttamente collegata a tumori nasali, cancri alla gola e leucemia. 7

Come testare la formaldeide

Ci sono due modi fondamentali per testare la formaldeide:

  1. Assumi un esperto. Un esperto di qualità dell’aria interna può campionare la formaldeide utilizzando test che non sono generalmente disponibili per i consumatori e può anche aiutare a interpretare i risultati. I dipartimenti sanitari statali o locali e gli uffici regionali EPA possono avere elenchi di professionisti locali autorizzati.
  2. Ottieni un kit di test. Alcuni kit sono a solo scopo di test, mentre altri kit includono componenti di analisi che consentono di determinare i risultati senza inviare il campione a un laboratorio. L’accuratezza e l’affidabilità dei test e dei kit di analisi variano ampiamente.

Come ridurre la tua esposizione alla formaldeide

  1. Fai riposare i nuovi prodotti. Al momento dell’acquisto e dell’installazione di una nuova pavimentazione (o di altri prodotti in legno composito), lasciare che il prodotto venga espulso in un garage o in un altro spazio coperto per alcuni giorni. Ciò consentirà alla formaldeide e ad altri inquinanti di fuoriuscire prima che il prodotto venga introdotto in casa.
  2. Ventilare. Dopo l’installazione, un’adeguata ventilazione contribuirà ad accelerare eventuali “off-gas” aggiuntivi. Aprire le finestre, utilizzare un sistema di ventilazione centrale, se disponibile, e far funzionare il più possibile i ventilatori di scarico.
  3. Clea nell’aria. Prendi in considerazione l’utilizzo di un depuratore d’aria ad alte prestazioni con carbone attivo di alta qualità che filtrerà la formaldeide dall’aria interna prima che possa essere inalata. La depurazione dell’aria è la più efficace nel ridurre la formaldeide interna se la fonte viene rimossa.

Oltre a pavimenti in laminato e mobili, la formaldeide si trova anche in moquette, cosmetici e altri prodotti in tutta la casa. Il modo migliore per proteggere te e la tua casa dall’eccesso di formaldeide è imparare a riconoscere e ridurre o eliminare le possibili fonti e i rischi nella tua casa.

NOTE

[1] formaldeide. (2009).
http://monographs.iarc.fr/ENG/Monographs/vol100F/mono100F-29.pdf

[2] Documento conciso internazionale di valutazione chimica 40: formaldeide. (2002)
http://www.who.int/ipcs/publications/cicad/en/cicad40.pdf

[3] Formaldeide. (2010).
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK138711/

[4] Yelle DJ, et al. (2016). Caratterizzazione chimica della polimerizzazione dell’adesivo fenolo-formaldeide all’interno della parete cellulare di legno.
DOI: 10.1016 / j.ijadhadh.2016.05.002

[5] Formaldeide. (Nd).
https://www.epa.gov/sites/production/files/2016-09/documents/formaldehyde.pdf

[6] Formaldeide. (2011).
https://ntp.niehs.nih.gov/ntp/roc/content/profiles/formaldehyde.pdf

[7] Swenberg JA, et al. (2013). Ricerca sulla carcinogenesi della formaldeide: 30 anni e conteggio delle modalità di azione, epidemiologia e valutazione del rischio di cancro.
DOI: 10.1177 / 0192623312466459